Donazione craniotomo per l’ospedale San Francesco di Nuoro.

Venerdì 31 luglio al reparto di Neurochirurgia dell’ospedale San Francesco di Nuoro, sono stati donati un craniotomo e altri dispositivi medicali di ultima generazione che sostituiscono gli aghi delle siringhe rendendo indolori le terapie infusionali. Anche questa volta il nostro Gruppo in collaborazione con i fedeli clienti dei punti vendita Crai e Simply ha istituito una raccolta fondi nei mesi di emergenza sanitaria da Coronavirus, impegnandosi ad aiutare e migliorare la sanità del territorio. La donazione, infatti, segue quelle già fatte in precedenza agli ospedali SS. Trinità di Cagliari e San Martino di Oristano ai quali sono stati consegnati due pratici ecografi portatili d’avanguardia.

  

Abbiamo a cuore il nostro territorio e le persone  

Abbi lavora quotidianamente per il territorio e le persone, l’iniziativa infatti ha aiutato non solo la sanità ma anche l’economia delle aziende isolane grazie alla valorizzazione di iniziative come “Compra Locale” realizzata con lo scopo di dare spazio ai prodotti e produttori sardi.

Giangiacomo Ibba, presidente del Gruppo, afferma “In tempi di grande difficoltà ed emergenza, vogliamo far sentire ancora di più la nostra vicinanza al territorio e alle persone in difficoltà. Impegnarsi è doveroso, poterlo fare con gesti concreti ci aiuta a mettere in luce la grande generosità dei nostri clienti”.

 

Parole che ci riempiono il cuore

Parole di riconoscenza nei confronti del nostro Gruppo e dei tanti clienti che hanno preso parte generosamente all’iniziativa. Il Dr. Maurizio Paulis, neurochirurgo e dirigente medico presso l’UOC di Neurochirurgia dell’ospedale S. Francesco di Nuoro ha espresso la sua riconoscenza dichiarando: “Grazie di cuore al Gruppo e ai suoi clienti, che con generosità hanno contribuito a quest’importante donazione, acquistando prodotti delle aziende del territorio e supportando noi e loro". Dalla direzione il Dott. Al Omari Amjad sottolinea: “A nome del presidio ospedaliero ringraziamo il Gruppo anche per averci donato dei dispositivi per iniezioni, sicuri, indolore e utilissimi per tutte le nostre attività”.