Premi USSI Sardegna 2019. Vincono l'impegno e la sportività.

Un riconoscimento assegnato dall'Unione Stampa Sportiva Italiana che ogni anno sottolinea l'impegno di quelle persone che si sono distinte nella precedente stagione sportiva con il loro atteggiamento di lealtà, integrazione, slancio, imparzialità, condivisione, in una sola parola: sportività.   

La declinazione al plurale prevede una serie di premi dedicati e sostenuti da alcuni sponsor che credono fortemente nel valore della sportività, tra cui quello del nostro Gruppo che prende il nome di Premio Ussi – Crai. 

  

L'importanza di raccontare lo sport  

La premiazione si è svolta il 19 settembre 2019 ospite del business centre dell'aeroporto di Cagliari - Elmas e il tema della serata “Etica, inclusione, condivisione e rilancio dello sport sardo” è stato centrato in pieno dai grandi dello sport, tra atleti, dirigenti, tecnici, club isolani e nazionali che, con il loro esempio, ne custodiscono l'essenza. Tanti gli invitati che hanno partecipato alla manifestazione condividendo un'importante occasione d'incontro e confronto. 

  

Il premio Ussi – Crai 

Una grande festa allietata dalla giovane cantante Luna Melis e con momenti di grande emozione come la consegna a Radja Nainggolan del premio dedicato a Davide Astori, il giovane centrocampista scomparso nel 2018. Circa trenta i premiati, dal calciatore ivoriano Mohamed Chidid Gayè per il libro sul dramma dei bambini albini perseguitati in Africa a   Claudio Spanu, il primo cestista sardo che ha partecipato a un mondiale di basket in carrozzina. Mentre al team sardo Special Olimpics, scelto per l'importante impegno sociale sul territorio che mira a coinvolgere atleti con disabilità intellettive, è andato il nostro premio consegnato da Giorgio Annis, Amministratore delegato di Crai Tirreno.